SCUOLA SECONDARIA DI 2°GRADO

agrario_bagnoregiosecondaria-ii-grado-255x200

La scuola secondaria di 2°grado contribuisce alla formazione di un individuo consapevole di sé e della realtà in cui vive, capace di scelte autonome e responsabili.  Nel primo biennio gli obiettivi che si devono perseguire sono: il consolidamento delle abilità fondamentali di lettura, scrittura e comprensione, l’ acquisizione di un metodo di studio costruttivo e rispettoso dei tempi stabiliti e lo sviluppo delle capacità espressivo-comunicative. Nel triennio si aggiungono il consolidamento del metodo di studio, l’ acquisizione progressiva di autonomia di lavoro, il potenziamento delle capacità espressivo-comunicative ed uso adeguato di linguaggi specifici, lo sviluppo delle capacità logiche, di analisi e di sintesi, la capacità di operare collegamenti disciplinari e multidisciplinari e la capacità di rielaborare i contenuti.

L’istituto Tecnico Agrario è situato nel comune di Bagnoregio.

Le articolazioni previste sono:

  • gestione dell’ambiente e del territorio;
  • viticoltura ed enologia.

Un primo biennio articolato in 660 ore di insegnamenti di istruzione generale; 396 ore di attività e insegnamenti di indirizzo.

Un secondo biennio articolato in 495 ore di  insegnamenti di istruzione generale; 561 ore  obbligatorie di indirizzo;

Un quinto anno articolato in: 495 ore di insegnamenti; 561 ore obbligatorie di indirizzo.

Un sesto anno, dopo il diploma, per ottenere l’attestato di enotecnico.

E’ dotato di una palestra, una biblioteca, un laboratorio di scienze naturali, uno di micropropagazione,uno di chimica e un laboratorio multimediale e linguistico.

Locandina_ReteRisorse

a conclusione del progetto bioergosum un gruppo di ragazzi delle classi quarte coordinato dai prof Serena Bartoloni e GianDomenico Cortignani presenteranno le schede dei prodotti realizzate nell’ambito della giornata della diversità agraria in programma a Roma nella prestigiosa sede dell’orto botanico e scambieranno la loro esperienza con le altre scuole del Lazio.
Facciamo un “in bocca al lupo” ai nostri ragazzi perchè possano vivere con serenità e competenza questa significativa esperienza.